IL CASTELLO DI MONCRIVELLO

Il castello della Duchessa Jolanda

castello-di-moncrivello1Il castello di Moncrivello ha origine verso il Mille, è di architettura romanica con pregevoli elementi rinascimentali, è racchiuso in una poderosa cinta muraria ornata da merli ghibellini, e la sua struttura è autenticamente medioevale.

Fu una fortezza dominante, ambita sede di uomini di potere, e venne trasformata nel Quattrocento dalla Duchessa Jolanda in splendida residenza, diventando il castello preferito di famose nobildonne.

Importanti personaggi storici conquistarono il castello di Moncrivello, quali Federico Barbarossa, i vescovi-conti di Vercelli, gli aleramici marchesi del Monferrato, i principi Fieschi, i duchi di Savoia.castello-di-moncrivello2
Nel Quattrocento divenne la magnifica dimora della valorosa Duchessa Jolanda di Valois, quindi appartenne a Bianca di Monferrato e Beatrice di Portogallo, tant’è vero che a ragione si può definire il castello delle tre duchesse.

L’epoca dei Savoia iniziò sul finire del 1300 con Amedeo VIII e si concluse nella seconda metà del Cinquecento con Emanuele Filiberto, che lo cedette al suo capitano di ventura Cesare De Mayo, in riconoscimento delle sue vittorie.

Le guerre tra Francesi e Spagnoli nel Cinquecento e Seicento, colpirono il castello di Moncrivello, assediato nel 1652, ma resistette e salvò il paese dal saccheggio dell’esercito spagnolo.castello-di-moncrivello3

In quei secoli il castello vide l’alternarsi di uomini d’armi appartenenti a diverse importanti dinastie nobiliari piemontesi, tra cui i Lignana, il marchese di Pianezza, i Roero e infine i marchesi del Carretto, che lo detennero dal Settecento fino al 1972.

Il castello di Moncrivello divenne monumento nazionale dal 1908, e la memoria del centenario di questo evento fu celebrata ad opera dell’Associazione Duchessa Jolanda, in una grande manifestazione che quale riconoscimento godette anche dell’annullo postale.

castello-di-moncrivello4Fu una data importante per il castello il 1972, perché coincise con l’acquisto del castello da parte del moncrivellese Giovanni De Francisco e famiglia, il quale intraprese una lunga e meritoria opera di restauro salvandolo dal decadimento che lo riportò all’antico decoro, e permise l’instaurarsi di una moderna e vivace vita castellana, ultima puntata della sua lunga storia.
Da 15 anni è sede di attività culturali, eventi “della memoria”, sulla storia del castello e sui personaggi illustri del territorio, appuntamenti letterari oppure artistici quali mostre o concerti organizzati dall’Associazione culturale Duchessa Jolanda, con il patrocinio del Comune di Moncrivello, Provincia di Vercelli e Regione Piemonte.

Le battaglie del Castello di Moncrivello sono rivolte alla cultura, alla salvaguardia dell’ ambiente, per la difesa del suolo da inquinamento e da ogni genere di aggressioni edilizie, e in favore di un’economia sostenibile: da qui è stato lanciato un progetto per promuovere l’agricoltura biologica, il cibo salubre e la salute, in una parola un progetto etico di rivalutazione del territorio.